Monsieur Bon Dieu

 

Un peu de soleil,
  un peu d'amour,
   un peu de chance.
      Monsieur Bon Dieu
      soyez gentil.               
                                Une bonne santé,
                                   un peu d'argent,
                                     le ciel de France.
                                          Protégez moi,
                                          je Vous en prie!

Oui, je sais bien
 que Vous avez 
  beaucoup à faire
    Becaucoup des prières
    en ce moment.

                                   Oui, mais pourtant,
                                     de temps en temps, 
                                      je Vous en prie,
                                         Monsieur Bon Dieu
                                         pensez à moi
                                         soyez gentil!

Chi mai avrebbe pensato di poter ascoltare questa specie di orazione, piccola e delicata, in un locale notturno? Eppure essa era cantata ogni sera dalla giovane (e bella) cantante ungherese di un'orchestrina italiana che, nel 1954, si esibiva con successo al Regal Night Club di Aden, Arabia. Spero di ricordarla e riportarla correttamente. Chissà che non sia servita a rasserenare il cuore di qualche frequentatore più di quanto non potessero fare whisky, musica e donne. PS Una sera regalai alla cantante una cosa praticamente introvabile ad Aden: un mazzo di fiori. > index